Ingegneria Biomedica

Dipartimento di Ingegneria


Home » Cosa si studia » Ingegneria » Ingegneria Biomedica

Ingegneria Biomedica

Area Ingegneria
Classe L8 – ingegneria dell’informazione
Lingua Italiano
Tipo di accesso Libero
Sede Ancona

Caratteristiche e finalità del corso

 

Il Corso afferisce al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione. L’obiettivo del Corso è quello di fornire agli studenti una solida cultura interdisciplinare basata sull’integrazione di conoscenze e competenze di ambito tecnico-biologico. Questa interdisciplinarietà è necessaria affinché l’ingegnere biomedico possa trovare soluzioni tecnologiche tipiche dell’ingegneria a problematiche di natura medico/biologica. Il corso si concentra principalmente, ma non esclusivamente sullo studio dei sistemi fisiologici motorio, cardiaco, metabolico e respiratorio. Le conoscenze sono acquisite dallo studente tramite lezioni frontali e esercitazioni guidate, affiancate anche da attività di laboratorio.

CHE COSA STUDIERAI

Inizialmente si studiano materie di base quali la Matematica, la Fisica, l’Informatica e la Chimica. Successivamente, si affrontano materie tecnologiche caratterizzanti quali:

  • Bioingegneria
  • Automatica
  • Telecomunicazioni
  • Elettronica

A queste, se ne aggiungono altre affini quali i Materiali, le Misure, la Medicina e la Biologia, alcune delle quali a scelta dello studente.

QUALE SARÀ LA TUA FUTURA PROFESSIONE

La laurea triennale in Ingegneria Biomedica è propedeutica a quella magistrale, e la quasi totalità degli studenti continua gli studi. Tuttavia, i principali ambiti occupazionali di chi interrompe gli studi sono:

  • servizi di ingegneria biomedica (o ingegneria clinica/tecnologie biomediche) in strutture sanitarie pubbliche e private;
  • software house di informatica medica;
  • industria di produzione e commercializzazione di apparecchiature biomedicali;
  • industria farmaceutica.

PUNTI DI FORZA DEL CORSO

La persona come centro di interesse per la Bioingegneria. Quindi, particolarmente curato il rapporto umano con tra i docenti e gli studenti, a cui si tiene particolarmente nonostante la loro numerosità. Massima disponibilità dei tutor a sostenerli nel loro percorso.

In un contesto giovane e dinamico, in cui si cerca di sensibilizzare e appassionare il più possibile lo studente alle problematiche sociali cui la bioingegneria fornisce soluzioni tecniche, la solida formazione multidisciplinare nelle materie bioingegneristiche di base, permetterà allo studente di specializzarsi, durante la magistrale, in qualsiasi settore della bioingegneria.  

CONTATTI

Presidente del corso di studio:
Prof.ssa Laura Burattini
l.burattini@univpm.it

Ufficio Relazioni con il territorio
Tel: +39 071 2203037 – 3038
orientamento@univpm.it

I numeri del corso

94%

degli studenti prosegue il percorso magistrale

Con il corso triennale si acquisiscono capacità professionali che permettono l’inserimento immediato nel mondo del lavoro

93%

Laureati soddisfatti degli studi svolti

86%

Studenti soddisfatti della chiarezza dei docenti

96%

Studenti soddisfatti della disponibilità dei docenti