Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare

 

Facoltà di Medicina e Chirurgia


Home » Cosa si studia » Medicina e chirurgia » Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare

Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare

Area Medicina
Classe L/SNT3 – Professioni sanitarie tecniche
Lingua Italiano
Tipo di accesso Programmato a livello nazionale
Sede Ancona
Didattica In presenza

Caratteristiche e finalità del corso

 

Il corso ha lo scopo di formare operatori sanitari Tecnici di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare (TFCPC), Professionisti Sanitari laureati e abilitati, responsabili dei processi diagnostici e terapeutici attraverso l’applicazione di tecnologie e tecniche specifiche concernenti la diagnosi e la cura delle patologie cardio-toraco-vascolari, acquisite o congenite nelle fasi sia acute che croniche, come indicato nel Profilo Professionale sancito dal D.M. n. 316 del 27 luglio 1998. I laureati in Tecniche della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare sono abilitati ad affrontare e gestire, in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, situazioni cliniche anche in pazienti che versano in condizioni critiche, impiegando le proprie conoscenze per garantirne la sopravvivenza e stabilizzandone le funzioni vitali con tecnologie appropriate (Circolazione Extracorporea, ECMO, VAD, IMPELLA, ecc.). Sono in grado di eseguire autonomamente prescrizioni diagnostiche e terapeutiche, e sono chiamati a svolgere attività di formazione, didattica e di ricerca.

CHE COSA STUDIERAI

Il Corso è aperto ad un numero programmato di studenti e pertanto l’accesso richiede il superamento di un esame di selezione che si svolge nella prima metà di settembre. Oltre agli insegnamenti curriculari viene offerta agli studenti una vasta gamma di corsi monografici ed attività seminariali su tematiche inerenti alle materie trattate. Viene inoltre garantita una adeguata attività di laboratorio professionale e di tirocinio pratico presso le strutture dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche sotto la supervisione di professionisti dedicati alla attività di coordinamento e tutorato. Il Corso di Laurea Triennale si conclude con un esame finale con valore abilitante.

Il titolo di studio consente l’accesso a Corsi di Laurea Magistrale della Classe delle Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche LM/SNT3, senza debiti formativi (Art 4, comma 3, D.I. 19 febbraio 2009), a Master di primo livello e a Corsi di Perfezionamento.

QUALE SARÀ LA TUA FUTURA PROFESSIONE

I laureati in Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione vascolare possono trovare occupazione sia in regime di dipendenza che libero professionale in Servizi e Unità ospedaliere, ed universitarie o strutture private in ambito cardiochirurgico nella conduzione della circolazione extracorporea in ambito oncologico per il trattamento antiblastico distrettuale, in ambito cardiologico per l’esecuzione tecnica dell’esame ecocardiografico, in centri di emodinamica e cateterismo cardiaco, in ambito territoriale per la diagnostica strumentale in ambulatorio e/o con l’ausilio della telemedicina nelle industrie di produzione e di agenzie di vendita operanti nel settore, nei laboratori di ricerca universitaria ed extrauniversitaria nel settore biomedico.

Gli ambiti occupazionali del Professionista Sanitario in TFCPC includono:

  • Cardiologia diagnostica-strumentale ambulatoriale;
  • Cardiologia Interventistica;
  • Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione cardiaca;
  • Terapia Intensiva;
  • Cardiochirurgia e altre Chirurgie;
  • Trapianti.

PUNTI DI FORZA DEL CORSO

I vari insegnamenti sono articolari in moduli e sono svolti con lezioni frontali, esercitazioni in sala diagnostica o in laboratorio. I risultati di apprendimento sono valutati con eventuali prove in itinere, con valore anche di autovalutazione per lo studente, e con una prova conclusiva orale o scritta, occasione per la verifica del raggiungimento degli obiettivi preposti, unica e contestuale per ogni insegnamento, necessaria per l’acquisizione di crediti formativi.

L’acquisizione di abilità cognitive è realizzata tramite lo svolgimento del tirocinio pratico e la realizzazione di laboratori professionali che consentono il raggiungimento degli obiettivi formativi relativi alle metodiche utilizzate, alle apparecchiature impiegate ed alle procedure effettuate, unitamente all’acquisizione di competenze comportamentali e relazionali necessarie per muoversi in ambienti di lavoro complessi. A questo proposito, si evidenza la rilevanza assegnata alle esperienze di tirocinio dove lo studente può sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisione di esperti, sia in situazione protetta (laboratori) sia in situazioni reali (tirocinio pratico). Questa logica curriculare si concretizza anche nella scelta dei crediti assegnati alle esperienze di tirocinio.

CONTATTI

Presidente del corso di studio:
Prof. Marco Di Eusanio
m.dieusanio@univpm.it

Ufficio Orientamento e Tutorato
Tel: +39 071 2203037 – 3038
orientamento@univpm.it

* (Corso in fase di approvazione ministeriale)

Gallery