Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Facoltà di Medicina e Chirurgia


Home » Cosa si studia » Medicina e chirurgia » Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Area Medicina
Classe L/SNT4 – Professioni sanitarie della prevenzione
Lingua Italiano
Tipo di accesso Programmato a livello nazionale n. 20 posti
Sede Ancona

Caratteristiche e finalità del corso

 

Il Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro è un professionista sanitario impegnato nella promozione e tutela della salute pubblica e svolge attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, igiene degli alimenti e delle bevande, igiene e sanità pubblica e veterinaria, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro. I laureati operanti nei servizi con compiti ispettivi e di vigilanza sono Ufficiali di polizia giudiziaria. Il corso abilita lo svolgimento delle funzioni sia in regime di dipendenza in aziende pubbliche o private che libero professionale come consulenti o RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione).

CHE COSA STUDIERAI

I docenti sono

  • di area medica (es.anatomia, igiene, medicina del lavoro)
  • ingegneristica (impianti chimici, fisica ind.le),
  • ambientale (ingegneria sanitaria amb.le) giuridica (medicina legale),
  • veterinaria
  • sociologia
  • dei VVF (prevenzione incendi)
  • della Professione (sicurezza alimentare e sul lavoro).

Parte integrante della formazione è il Tirocinio professionale svolto presso strutture pubbliche e/o private facenti parte della rete formativa.

QUALE SARÀ LA TUA FUTURA PROFESSIONE

Il tecnico della prevenzione interviene cioè prima che un evento negativo accada e arrechi danno all’uomo. Individuare i pericoli, valutare i rischi e promuovere misure tecniche e/o organizzative di prevenzione e di protezione, sia in regime di dipendenza nei servizi pubblici o privati che libero professionale. Se il Tecnico della Prevenzione lavora efficacemente nei settori di competenza, ambiente, luoghi di lavoro, alimenti, vita la popolazione ne trarrà benefici di salute.

PUNTI DI FORZA DEL CORSO

Ben 1500 ore di attività di tirocinio “sul campo” presso strutture pubbliche e private nel territorio della Regione Marche, cui si aggiungono 177 ore di laboratori, seminari ed attività didattiche elettive a carattere pratico/professionalizzante rendono questo corso altamente professionalizzante. Al termine del percorso sono rilasciate abilitazioni professionali aggiuntive immediatamente spendibili nel mondo del lavoro:

  • Attestato per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale (R.S.P.P.) – Modulo C (D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016)
  • Attestato di idoneità Tecnica per l’espletamento dell’incarico di “Addetto Antincendio” in Aziende a rischio di incendio elevato, rilasciata dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco (D.M. 10 marzo 1998 e s.m.i.)
  • Attestato per Responsabile del Rischio Amianto (L.257/1992 e D.M. 06 settembre 1994)
  • Attestato per incaricato dell’attuazione delle misure di Primo Soccorso (D.M. 388/2003)

CONTATTI

Presidente del corso di studio:
Prof.
Lory Santarelli
l.santarelli@univpm.it

Ufficio Relazioni con il territorio
Tel: +39 071 2203037 – 3038
orientamento@univpm.it

Collegamenti

Video

Webinar

Gallery

I numeri del corso

64%

Occupabilità a un anno dalla laurea

100%

Laureati soddisfatti degli studi svolti

92%

Studenti soddisfatti della disponibilità dei docenti

94%

Studenti soddisfatti della chiarezza dei docenti